Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

amiga_it_came_from_the_desert [2011/03/30 23:49]
127.0.0.1 modifica esterna
amiga_it_came_from_the_desert [2013/06/12 23:56] (versione attuale)
ataru_75
Linea 7: Linea 7:
 ===== Storia e gameplay ===== ===== Storia e gameplay =====
  
-Negli anni 50 Hollywood sfornò una lunga serie di film a basso budget che vedeva la Terra attaccata a rotazione da api assassine, cavallette mutanti, tarantole troppo cresciute e, dulcis in fundo , formiche atomiche. Proprio prendendo spunto da una di queste pellicole, [[Cinemaware]] firmò, nel 1990, uno dei suoi più celebrati best-seller: It Came From The Desert. L'incipit del gioco causò un aumento spropositato di slegamenti mascellari, a causa del perfetto connubio grafico/sonoro, sublimato in una presentazione del gioco che definire storica è quantomeno riduttivo. Ritroveremo, come in ogni produzione Cinemaware, la fusione di elementi squisitamente strategici a situazioni strettamente [[arcade]] e quindi da vivere in prima persona. Una formula vincente che assecondava i palati di una vastissima utenza di videogiocatori, che in un tale visus riuscivano ad assecondare le proprie predisposizioni ludiche senza assuefarsi a un unico stile di gioco.   +//It Came From the Desert/è un [[adventure]] sviluppato dalla [[Cinemaware]] e pubblicato sempre dalla [[Cinemaware]] nel 1989 per [[Amiga]] 500.
- +
-Graficamente i parossismi visivi del titolo si sprecavano. Impossibile dimenticare i primi piani, che occupavano tre quarti di schermo, dei formicoli, ai quali bisognava staccare le antenne per renderli inoffensivi, l'eccellente qualità delle schermate statiche di raccordo tra un giorno e l'altro (il titolo copriva un periodo di tempo definito entro il quale scovare il formicaio e eliminare la regina madre) e le splendide animazioni delle fasi aeroplaniche, durante le quali si scandagliava il territorio della cittadina in lungo ed in largo, alla ricerca di indizi e spunti per elaborare una strategia vincente. Nonostante l'assoluto livello cosmetico, It Came rimase nelle menti dei giocatori soprattutto a causa della sua atmosfera tesa e cupa, anche grazie a una incisiva [[colonna sonora]]. L'attesa, il sospetto, il terrore di non essere al sicuro nemmeno nelle proprie case rendeva l'opera [[Cinemaware]] un saggio antropologico, una discesa agli inferi, una straordinaria anticipazione di temi che blockbuster recenti come [[psx_Biohazard|Biohazard]] e [[psx_Silent Hill|Silent Hill]] avrebbero poi decodificato e riproposto in un formato mainstream accessibile a tutti. +
- +
-Sul fronte longevità il giudizio è più che positivo. Seppure ancorato alla sua natura di [[adventure]], che strutturalmente non si presta alla rigiocabilità, il gioco si presenta piuttosto lungo e con un livello di sfida atto ad accrescere in modo graduale la difficoltà. Senza trascurare il fatto che, tempo dopo, sarebbe uscito un aggiornamento che ampliava la storia offrendo al giocatore ulteriori stimoli. Una peculiarità di It Came from the Desert fu, infatti, l'essere uno dei primi giochi a poter vantare un mod/data disk/elemento ludico aggiuntivo, incarnato in AntHeads, sublime addendum che la casa americana fornì ad una comunità ludica insaziabile un anno dopo l'uscita del titolo principale. [[amiga_Antheads|Antheads]], oltre a migliorare e sgrezzare alcuni elementi imperfetti di It Came, proponeva un eccellente effetto morphing nel momento in cui le teste dei nostri concittadini si "trasformavano" in teste di formiche. A riprova del successo del franchise, si deve inoltre ricordare che It came fu anche il primo e ahimè unico titolo [[Cinemaware]] ad essere ampliato e migliorato nella sua pionerisitca versione in [[CD]]-Rom per l'altrettanto favolosa e mitica [[PC Engine]]. Ricordo come fosse oggi un numero di TGM, con le pagine ancora in bianco e nero, riportante la notizia e alcune foto di quella storica produzione: al posto degli [[sprite|sprites]], attori digitalizzati e una [[colonna sonora]] stereofonica che sfruttava perfettamente il supporto digitale. [[Cinemaware]] allo zenit della sua storia stava imboccando la strada che l'avrebbe poi portata al fallimento, ma senza le sue ardite sperimentazioni noi oggi, forse, invece di baloccarci con [[PSP]] e fantasticare su [[chip]] Cell e Engine potentissimi staremmo ancora a contare gli strati di [[parallasse]] dei [[fondale|fondali]] dei [[videogiochi]].+
  
 ===== Scheda ===== ===== Scheda =====

Tools personali
Toolbox

1° GHOSTS 'N GOBLINS

2° DOUBLE DRAGON

3° SHINOBI

4° WONDER BOY

5° PAC-MAN

6° GOLDEN AXE

7° ALTERED BEAST

8° DRAGON NINJA

9° POPEYE

10° R-TYPE



Usa questo logo per affiliazioni


Sostieni il DVG. Contattaci!!