APPLE I

Da DVG - Il Dizionario dei Videogiochi


Il capitolo di storia del computer che meglio rappresenta il concetto di “sogno americano” riguarda sicuramente la nascita dell' Apple I (chiamato anche Apple-1).

Era il 1976: due giovani hippies, Steve Jobs, inventore di videogiochi per l'Atari, e Steve “the Woz” Wozniak, impiegato alla Hewlett Packard, costruirono nel garage di casa una scheda basata su un processore MOS 6502, convinti che una simile invenzione avesse reso il mondo dell'informatica più accessibile a chi ne fosse interessato.

Descrizione

L'artefatto conteneva tutto il necessario per funzionare come un computer, ma bisognava aggiungere una tastiera, un alimentatore e, soprattutto, un terminale video. Benché l'aspetto fosse quello di una scheda piena di condensatori e circuiti, i due inventori dimostrarono che il loro primo computer, battezzato Apple I, poteva competere con i modelli commerciali in vendita sul mercato: le capacità dialettiche di Jobs bastarono a convincere un venditore di computer, che ordinò 50 esemplari.

Per acquistare i componenti necessari alla costruzione degli Apple I Steve Jobs vendette il suo furgoncino Volkswagen, mentre Woz si liberò di due terminali Hewlett Packard. La consegna degli Apple I avvenne con un giorno di anticipo rispetto agli accordi: dopo quell'occasione furono venduti altri 150 esemplari dell' Apple I. La prima dimostrazione pubblica avvene il 28 agosto 1976: non fu di grande successo, e i due furono quasi costretti a dichiararsi falliti prima ancora di ufficializzare la loro società. Woz, tuttavia, portò un prototipo di quello che sarebbe stato l' Apple II: fu questo ad attirare la curiosità disinteressata di migliaia di persone.

Qualche mese dopo avvenne la svolta: Jobs e Wozniak furono contattati da alcuni investitori che decisero di finanziare la società: da quel momento iniziò la produzione su grande scala dell' Apple II: due anni dopo la Apple Inc. fatturò qualcosa come 140 milioni di dollari (era il 1978).

Dell' Apple I quindi, furono venduti solo 200 pezzi, montati spesso in scatole di legno dalle forme più disparate: malgrado l'aspetto, che forse li rende ancora più ricchi di fascino, i primi Apple I costituiscono dei veri e propri reperti, rincorsi dai collezionisti e adorati da chi li possiede. Ma ancora più incredibile è la storia di due giovani che, con pochi dollari e molta fantasia, fecero tremare i colossi dell'industria elettronica, diventando di lì a poco plurimiliardari.

Scheda Tecnica

APPLE I
apple1-mainboard.jpg

L'Apple I è una scheda madre (foto sopra)

Classe di computermicrocomputer
Paese d'origineStati Uniti
ProduttoreApple Computer
Presentazioneaprile 1976
Inizio commercializzazioneluglio 1976
Fine commercializzazioneagosto 1977
Esemplari prodotti200 circa
CPUMOS 6502
Frequenza CPU1 MHz
ROM8 KiB
RAM di serie4 o 8 KiB
RAM massima48 KiB
UI di input gestite di serietastiera alfanumerica
UI di output gestite di seriedisplay video
RAM video1 KiB
Risoluzioni video40×24 caratteri

Immagini

Apple I assemblato manualmente in un case di legno.



Tools personali
Toolbox

1° GHOSTS 'N GOBLINS

2° DOUBLE DRAGON

3° SHINOBI

4° WONDER BOY

5° PAC-MAN

6° GOLDEN AXE

7° ALTERED BEAST

8° DRAGON NINJA

9° POPEYE

10° R-TYPE



Usa questo logo per affiliazioni


Sostieni il DVG. Contattaci!!