Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

killer_instinct_gold [2012/04/02 03:34]
ataru_75
killer_instinct_gold [2012/10/22 18:25] (versione attuale)
ataru_75
Linea 6: Linea 6:
 =====Storia e Gameplay===== =====Storia e Gameplay=====
  
-**Killer Instinct Gold** è un [[picchiaduro]] sviluppato da [[Rare]] nel 1996 per [[Nintendo 64]] e pubblicato dalla [[Nintendo]]. Già nel 1994 [[Rare]] aveva stupito tutti con la [[conversione]] di [[Killer Instinct]] per [[Super Nes]], compiendo ciò che è oggi riconosciuto come un vero e proprio miracolo tecnologico. La versione [[Nintendo 64]] di [[Killer Instinct 2]], come apprenderete dalle righe seguenti, seguirà la medesima tendenza del suo predecessore, e andrà anche oltre. Rinominato comunque in Killer Instinct Gold, il secondo episodio del [[picchiaduro]] [[arcade]] di [[Midway]] si adattava come un guando alle capacità [[hardware]] del [[Nintendo 64]] per via della stretta parentela tra il 64 [[bit]] e la circuitistica [[arcade]] corrispondente. Killer Instinct 2 girava infatti su di una versione sperimentale del [[Nintendo 64]], quindi un [[arcade]] perfect era quantomeno auspicabile. Ma vi era un problema: nella versione da [[sala giochi]] gli sfondi erano dei complessi FMV incastonati nella memoria interna del [[cabinato]]. Quindi come riprodurli su [[cartuccia]]? +**Killer Instinct Gold** è un [[picchiaduro]] sviluppato da [[Rare]] nel 1996 per [[Nintendo 64]] e pubblicato dalla [[Nintendo]]. 
- +
-Impossibile, converrete, ma non per la [[Rare]] che, senza sacrificare assolutamente nulla del dettaglio originale, ridisegnò gli sfondi creandoli tridimensionali. E andò a finire che l'aspetto esteriore superasse la versione [[arcade]], in quanto calcolato in tempo reale e molto più convincente nella creazione della profondità virtuale. L'unico elemento andato perduto nel passaggio su [[console]] consta in una manciata di fotogrammi di animazione per i lottatori, ma sono tagli talmente piccoli da risultare impercettibili a occhio nudo. Nel complesso riteniamo che la grafica di Killer Instinct Gold superi abbastanza nettamente quella del corrispettivo a gettoni, ma pensiamo che questa sia una opinione ampiamente condivisibile. Del resto il titolo è un autentico spettacolo visivo caratterizzato da [[sprite]] renderizzati che zoomano e unzoomano, sfondi disegnati con suprema maestria cromatica, animazioni estremamente fluide e veloci, character design grezzo benchè estremamente massiccio e primordiale. Un titolo, quello [[Rare]], violento in tutte le sue percezioni visive e maestro nella fusione di un concetto estetico bidimensionale a un disegno prospettico esteso su ampi spazi. Sebbene oggi possa ritenersi stilisticamente datato, Killer Instinct Gold può ancora dire la sua nel sapiente uso dei colori e nella qualità dell'immagine ampiamente superiore a molti dei [[picchiaduro]] in [[3D]] usciti dall'inizio del 2000. Riteniamo che pretendere di più dal [[Nintendo 64]] dal punto di vista grafico sarebbe stato impossibile. +
- +
-Malgrado la presenza di soli dieci personaggi, non si può dire che il [[picchiaduro]] della [[Rare]] manchi di varietà; ogni combattente, umano o mostro che sia, possiede un parco mosse veramente esteso, che annovera calci, pugni, super di ogni tipo, [[combo]] che durano mezz'ora e prese generalmente brutali. La tecnica di attacco e difesa ricalca quella del suo predecessore, che è quella della maggior parte dei titoli mutuati da [[Mortal Kombat]], per quanto evolva nella complessità di performazione e nella strategia oltranzista delle combinazioni. Ma quel che importa davvero è che il divertimento, quello di vecchia scuola, quello in cui devi premere i bottoni finchè non ti si strappano i legamenti è presente e persistente, diluito nel tournament, nell'arcade e nel team battle mode. Da soli o in compagnia di amici si potranno organizzare dei divertentissimi tornei a squadre, utili per l'approfondimento di un gameplay sufficientemente bilanciato e complesso. La A.I. dei nemici, qualunque sia il livello di difficoltà scelto, si mostra del tutto calibrata sfuggendo al pericolo di un combattimento eccessivamente semplificato. Per arrivare alla fine e sconfiggere il [[boss]] si dovranno quantomeno imparare le movenze di un lottatore, in modo che la esecuzione delle stesse risulti istintiva e scevra di quel ragionamento che è la morte di ogni [[picchiaduro]] basato sulla frenesia dei colpi. Questo Killer Instinct Gold è piace un sacco. E lasciate perdere gli inetti che ne hanno parlato male, paragonandolo in modo del tutto inopportuno ai [[picchiaduro]] della [[Capcom]] (assolutamente difformi per impostazione all' opera della [[Rare]]), e prendete per buona l'interpretazione di gente esperta che fornisce giudizi senza pregiudizi. Però non abbiamo ancora parlato del sonoro, in effetti. Ebbene, anche in questo caso i miglioramenti rispetto all'[[arcade]] si notano nella nitidezza dei campionamenti e nella estrema qualità delle musiche, generalmente di un techno tipo bombardamento nuclerare.+
  
 =====Scheda===== =====Scheda=====

Tools personali
Toolbox

1° GHOSTS 'N GOBLINS

2° DOUBLE DRAGON

3° SHINOBI

4° WONDER BOY

5° PAC-MAN

6° GOLDEN AXE

7° ALTERED BEAST

8° DRAGON NINJA

9° POPEYE

10° R-TYPE



Usa questo logo per affiliazioni


Sostieni il DVG. Contattaci!!