MONSTER MAULERS

Da DVG - Il Dizionario dei Videogiochi


Monster Maulers (モンスターモーラーズ) © 1993 Konami.


Storia

Monster Maulers è un videogioco arcade (coin-op) di genere picchiaduro, rilasciato da Konami nel 1993.

Un trio di super cattivi (gli ”Happy Droppers”) invia sul nostro pianeta una specie di contenitore con all'interno delle uova. Queste ultime, una volta dischiuse, scateneranno un'armata di grezzi mutanti contro la Terra, iniziando così un'invasione aliena. La nostra sola speranza è il trio di supereroi conosciuti come 'Ultimate Task Force'. Eliminate i malefici mutanti e ponete fine alla minaccia aliena. Con grafica e audio eccellenti e molte mosse da scovare!


Gameplay

Dopo aver selezionato il vostro personaggio, si può scegliere quale mostro combattere per primo, le notizie vi saranno fornite sullo schermo da una specie di terminale, e riceverete informazioni direttamente da un vecchio scienziato, probabilmente il leader della squadra. Una volta che sono stati sconfitti i primi sei si dovrà combattere contro i restanti tre componenti della banda Happy Droppers, per un totale di nove mostri da abbattere. Una cosa interessante dei mostri è che alcuni di essi si basano sui nemici della serie Gradius / Salamander, quindi i fan della serie di sparatutto più famosa di Konami, potrebbero trovare in Monster Maulers un pò di appeal in più. Due degli stadi (Brainy e Moai) hanno anche un boss più piccolo che deve essere sconfitto all'inizio della fase. Il Brainy sub-boss è una creatura volante, simile ad un serpente con al seguito una collezione di occhi organici chiamato Serpent, mentre la fase di Moai è caratterizzato da una pianta carnivora chiamata Spider Wort. Una volta che tutti i mostri vengono distrutti, vi dirigerete alla nave degli Happy Droppers per il confronto finale, e il gioco si allontanerà dall'essere un picchiaduro one-on-one, per diventare per un breve lasso di tempo un picchiaduro a scorrimento laterale.


Dati Tecnici

MONSTER MAULERS
Game IDGX170
Processore Principale68000 (@ 16 Mhz)
Processore AudioZ80 (@ 8 Mhz)
Chip Audio(2x) K054539 (@ 48 Khz)
Orientamento dello schermoOrizzontale
Risoluzione video288 x 224 pixels
Frequenza aggiornamento video60.00 Hz
Colori palette2048
Giocatori4
ControlloJoystick a 8 direzioni
Pulsanti3
Livelli9


Personaggi

Eroi

ImmagineDati PersonaliDescrizione
KOTETSU
Nazionalità: Giapponese
Età: 29
Altezza: 6' 8”
Peso: 165 lbs
Hobby: Haiku, meditazione
E' uno dei personaggi più equilibrati del gioco, molto versatile
in tutti gli aspetti, Kotetsu è un maestro giapponese di arti
marziali che ha combinato diverse tecniche in un unico stile di
combattimento mortale. Le sue mosse speciali sono una palla
di fuoco, il cui angolo viene alterato a seconda del tipo di
tasto premuto, e una mossa tipo Psycho Crusher, che lo
trasforma in una sorta di siluro umano. Nel complesso è
probabilmente il miglior personaggio, con le mosse più utili.
EAGLE
Nazionalità: Americana
Età: ?
Altezza: 6' 7”
Peso: 215 lbs
Hobby: Pro-wrestling
La forza è la caratteristica di Eagle, il misterioso americano
appassionato di wrestling che pratica a livello professionale.
Le sue specialità sono una serie di veloci pugni, e di una
mossa in pieno stile Blanka che lo farà rotolare tipo palla di
cannone. La maggior parte dei suoi attacchi normali sono
influenzati dalle mosse di wrestling, le mosse comprendono
calci, gomitate e anche alcune belle prese con lanci in
proiezione. Usa anche la famosa posa di vittoria tipica di Hulk
Hogan.
ANNE
Nazionalità: Britannica
Età: 22
Altezza: 5' 8”
Peso: 125 lbs
Hobby: Yoga, cucina
La guerriera britannica Anne è la “velocista” della squadra,
usa la sua elevata mobilità per tenere e tenersi lontano dal
nemico. Ha una palla di fuoco tripla, il cui angolo può essere
modificato come quella di Kotetsu, e una mossa di eslposione
energetica dall'interno, che danneggia tutti i nemici che si
trovano nelle vicinanze. Ovviamente, tutti i suoi movimenti
sono veloci e ginnici.


Cattivi

ImmagineNomeDescrizione
HAPPY DROPPERS I cattivi del gioco. Il ragazzo magro con gli occhiali è Mr. Chin, il tizio grande è
Garuga e la donna è il loro leader, Happy. Sono abbastanza chiaramente ispirati
alla famosa “Banda del Trio Drombo” composta da Doronjo, Boyacky e Tonzura
(in Italia noti come Miss Dronio, Boiakki e Tonzula), i cattivi della serie anime
Yattaman, che sono probabilmente più familiari ai giocatori dopo la loro
comparsa in Tatsunoko vs Capcom.


Nemici

ImmagineNomeDescrizione
DRAGON Un drago gigante, basato sul nemico Intruder dalla serie Gradius / Salamander. Egli
può cambiare tonalità di colore durante lo scontro con tinte che vanno dal rosso al
bianco per terminare con il blu, ogni colore corrisponde a un attacco diverso e a un
diverso soffio elementale. E' capace inoltre di bloccare gli attacchi diretti alla testa
chiudendo le sue orecchie a forma di pinna, conferendogli un look decisamente
simpatico. Il suo scenario è collocato in una grotta in Norvegia.
FUNGUS
—–
SLIME
Un mostro dall'aspetto appiccicoso con branchie al posto degli occhi e che vive sotto
il livello del mare. Attacca per lo più facendo dei rimbalzi per lo schermo come una
palla, e allungando un braccio per colpirvi e oscillare ai bordi dello schermo. Può
anche effettuare ai vostri danni una mossa di assorbimento all'interno del suo corpo
e si dovranno schiacciare velocemente i pulsanti per potergli sfuggire. Il suo scenario
è una grotta subacquea nelle Bermuda, molto ben dettagliata.
CENTAUR Un rosso centauro armato che attacca con una grande arma, con una forma a metà
tra uno scudo e uno yo-yo contornato da lame letali. I suoi attacchi sono composti
principalmente da serie di calci. Si può tentare di togliergli la maschera, come
accadeva per Vega in Street Fighter II. Il suo scenario è un tempio collocato in Iraq.
DIABLO
—–
FURAIKI
Un classico demone cinese della tempesta. Diablo combatte con uno stile che
ricorda un pò il Blanka di Street Fighter II. La maggior parte dei suoi attacchi
utilizzano un qualche tipo di forza degli elementi, come ad esempio l'elettricità, e
il suo calcio trottola, che utilizza gli elementi tipici del tornado. Dopo la sconfitta il
suo corpo viene orribilmente beccato da uno stormo di corvi. Il suo scenario è una
pagoda in Cina.
MOAI Questo mostro è una pseudo-mascotte di Konami. Il Moai combatte in una grotta
sotterranea in Brasile. A differenza di altre sue incarnazioni questo essere è
composto da un torso con delle braccia, che usa per trascinarsi in giro, i suoi colpi
sono composti dal laser “Ripple”, preso direttamente dalla serie Gradius. La musica
che si ascolta in background nel suo stage è un remix di “The Old Stone Age”, da
Gradius 2.
BRAINY
—–
BRAIN
GOLEM
Un gigantesco cervello fluttuante con tentacoli e un grosso occhio centrale. Brain
Golem si basa su un boss che porta lo stesso nome, dalla serie Salamander. Si
combatte in Kenia, all'interno di un livello biologico e organico dall'aspetto
paticolarmente realistico e cruento. Utilizzerà le sue lunghe braccia per tenervi
lontano, e allo stesso tempo sparerà dei colpi di laser ai vostri danni. La musica che
si può ascoltare nel suo stage è un remix del BGM “Poison of Snake” direttamente
da Salamander.
DUCKER Una volta che i primi sei mostri vengono sconfitti, la battaglia si sposta a bordo della
nave degli Happy Droppers. In primo luogo dovrete combattere contro Mr. Chin, che
sta sperimentando il Ducker. Anche in questo caso, il Ducker si basa su nemici che
portano lo stesso nome nella serie Gradius. Il Ducker attacca con un lanciafiamme e
potenti calci.
ROBO APE
—–
MECHA
GORILLA
Subito dopo il Ducker si combatte contro Garuga, che sta sperimentando un
gigantesco robot dalle fattezze di un gorilla. Trovandosi di fronte a lui lo scimmione
ricorda le Sentinelle del cartoon X-Men degli anni '90. Combatte come ci si
aspetterebbe da un gorilla robot, con serie di giganteschi pugni oscillanti, intervallati
dal lancio di missili.
COSMIC TANK
—–
HAPPY
BUSTER
ACE
Happy è il boss finale, gira per lo schermo su una specie di sedia rosa munita di un
braccio con una grossa punta di trivella meccanica sul davanti, e un'altro braccio
equivalente che ricorda una tenaglia. E' la classica cattiva standard giapponese,
elegante e femminile, completa anche delle classiche risatine “oh oh oh!” durante i
vari attacchi. Una volta che ha subito abbastanza danni, comincerà a far cadere
bombe e si teletrasporterà in varie parti dello scenario. Continuate a picchiarla e
finirete il gioco.


Versione Arcade

Il gameplay di Monster Maulers si trova a metà strada tra un picchiaduro standard one-on-one (in doppio la sfida è two-on-one) come Street Fighter II e un picchiaduro a scrolling orizzontale. La maggior parte del gioco si concentra su battaglie uno contro uno, con boss nemici di grandi dimensioni, e combattimenti limitati su un solo piano, anche se ci sono alcune fasi a scorrimento, dove dovrete sconfiggere alcuni nemici più piccoli prima della battaglia principale. Il sistema di controllo è semplice ed intuitivo: ci sono dei pulsanti per attacchi leggeri, medi e forti, in su per saltare, in giu per accovacciarsi e indietro per bloccare. E' un sistema che sarà familiare a qualcuno che ha giocato quasi tutti i picchiaduro degli ultimi due decenni. Ogni personaggio dispone inoltre di due mosse speciali, che si realizzano nel modo standard utilizzando il movimento del joystick, più un pulsante, quando si gioca in modalità a due giocatori entrambi i giocatori possono unire le forze per lanciare un attacco super.

Graficamente, Monster Maulers è uno dei migliori giochi Konami di quel periodo. I personaggi hanno tutti sprite grandi e ben animati, colorati in cromie abbastanza uniche, quasi pastello. Gli sfondi, non sono così estremamente dettagliati come alcuni titoli arcade, ma sono ben resi e hanno alcuni elementi molto belli, in particolare lo stage di Slime con il suo celacanto gigante. I nemici subiscono visibilmente dei danni (per esempio, è possibile distruggere l'occhio del Brain Golem) che è sempre un tocco di classe ben gradito. Un elemento particolarmente piacevole è che a differenza di Final Fight, dove ogni personaggio è abbastanza uniforme con una combo standard, un attacco di salto e uno speciale, i personaggi di Monster Maulers sono progettati e animati in modo tale che ognuno dei protagonisti risulti unico, diversificato e avere il proprio stile di combattimento, tanto per fare un'esempio Kotetsu fa un'utilizzo accurato delle arti marziali, e le sue mosse sono molto diverse dai potenti colpi di Eagle.

La musica è uno dei punti di forza del gioco. Se si è visto almeno una volta un' anime di combattimento tra robot giganti, o visto uno spettacolo di Super Sentai, la musica sembrerà immediatamente familiare, e anche se non è capitata l'occasione di vederli, risulteranno lo stesso un buon insieme di temi di azione dinamici come si trovavano in ogni buon gioco arcade di quel tempo. Il tema vocale ”Tatakae! Dadandarn!” in particolare, è un'omaggio alle canzoni anime a tema iper-drammatico, ed è evidente che i creatori di Monster Maulers avevano un' affetto spropositato per il soggetto che ha ispirato il gioco. Aggiungiamo anche i remix di Gradius, che si adattano molto bene pur essendo di uno stile un pò diverso, e il risultato sarà una grande colonna sonora. Il compositore, Yoshihiko Koezuka, purtroppo non ha fornito colonne sonore per altri titoli arcade “standard”, ma ha comunque lavorato su molti giochi del genere di Guitar Freaks.

Naturalmente, la grafica e il sonoro non significano nulla se il gameplay non è altrettanto buono, e Monster Maulers in questo ambito consente anche troppo. I controlli sono reattivi e intuitivi, trovando un buon equilibrio tra semplicità e complessità. L'azione è veloce, con personaggi che saltano in aria, rimbalzano sulle pareti, corrono lungo il fondale, e dispensano mosse di ogni tipo, facendo giustizia dei loro nemici. Gli attacchi sembrano spesso collegati gli uni con gli altri, in un modo molto soddisfacente e liscio, e c'è una buona varietà di combo aeree e di proiezioni con lanci. I tuoi avversari risultano molto divertenti combattendoci contro: alcuni possono rappresentare una sfida impegnativa, ma il gioco non sembra mai sleale o come se fosse stato progettato esclusivamente per togliere monete dalle tasche. Una critica che potrebbe forse essere rivolta a Monster Maulers è quella della fase finale con gli Happy Droppers, che non è poi così interessante come il resto del gioco, con il boss finale che risulta un pò deludente, soprattutto dopo aver combattuto contro un Moai, o contro un cervello volante. Monster Maulers non dispone di finali alternativi, ma le condizioni necessarie per attivarli sono difficili da determinare. Il contenuto delle scene finali sembra essere influenzato dal numero di continue utilizzati, e la quantità di danni visibili inflitti ai vari boss, ma le condizioni esatte per i diversi finali sembrano in contraddizione: ad esempio, può capitare di ottenere il finale “cattivo” dopo aver completato il gioco senza l'utilizzo di continue, e magari ottenere il finale “buono” senza danneggiare tutti i mostri.

Monster Maulers purtroppo è stato quasi del tutto dimenticato ai giorni nostri, probabilmente a causa di una distribuzione limitata nelle sale giochi, nonché il suo contenuto profondamente giapponese. Anche se non è diventato uno show televisivo, è stato prodotto un doppio volume manga basato sul gioco, pubblicato da Gamest Comics (vedi foto sotto).


Il manga di Monster Maulers.


Non merita il suo status di sconosciuto però: è un esplosione di divertimento arcade puro, fatto con un amore evidente per l'impostazione e i temi, in uno stile che ormai non si vede più. Se vi piacciono i combattimenti arcade e vi sentite di aver ripassato tutti i classici cento volte, date “il la” a Monster Maulers, non rimarrete delusi.


Curiosità

  • Monster Maulers riflette la tradizione giapponese delle serie TV con squadre vestite in maniera sgargiante di artisti delle arti marziali conosciute come Super Sentai, 'sentai' significa 'forza di combattimento' o 'squadra'. Il più conosciuto di queste serie in Occidente è 'Kyouryuu Sentai Zyuuranger', che è stato tradotto come Power Rangers.
  • King Records ha pubblicato la colonna sonora in edizione limitata di questo gioco (Kyukyoku Sentai Dadandarn - KICA-7627) il 01/01/1994.


Aggiornamenti

Differenze tra “Kyukyoku Sentai Dadandarn” e “Monster Maulers” :

  • I titoli degli 'episodi' visualizzati prima di ogni combattimento sono annunci vocali udibili solo nella versione Giapponese.
  • La nazionalità di Eagle è sconosciuta in Dadandarn, mentre è Americano in ”Monster Maulers”.


Staff

  • Programmatori : Tomo Yoshi, Yukihiro, Y.K 98, Garam….!, Yossy
  • Designers : Kengo, Andy!, Takepon, Yasu, Hitomi, Asa”DON”, Kanbanmusume
  • Editore suono : Sakagon
  • Musica : Koezou
  • Hardware : Pin, Grandpapa
  • Confezione : Popsky
  • Cast : A. Nakashima, H. Tanigawa, A. Takahashi, M. Chida, Monapaseri, D. Mastushima, M. Aoyama, Honkytonk Theater
  • Cantante : Shimon Masato
  • Regia : Kengo
  • Produttore : Masa33


Video

Monster Maulers
Gameplay di Monster Maulers.


PCB (Printed Circuit Board)

monster_maulers_-_pcb.jpg


Screenshots


La sequenza finale (Bad Ending)


La sequenza finale (Good Ending)


Tools personali
Toolbox

1° GHOSTS 'N GOBLINS

2° DOUBLE DRAGON

3° SHINOBI

4° WONDER BOY

5° PAC-MAN

6° GOLDEN AXE

7° ALTERED BEAST

8° DRAGON NINJA

9° POPEYE

10° R-TYPE



Usa questo logo per affiliazioni


Sostieni il DVG. Contattaci!!